Loading
FOTO24 VIDEO24 2

Alessandria, disse "spero di prendere il Covid": morta operatrice sanitaria No vax

La donna era stata sospesa dal lavoro perché non vaccinata. In un video aveva affermato: "Piuttosto che morire strisciando, meglio morire in piedi"

Morti per Covid, la differenza tra vaccinati e non vaccinati

1 di 1

Un'operatrice socio-sanitaria dell'ospedale di Alessandria è morta di Covid. Lo riferisce il sindacato delle professioni infermieristiche, precisando che la donna era stata sospesa dal lavoro perché non vaccinata. "Mi auguro di prenderlo questo virus. Almeno dico: 'Ok, sono una complottista, una negazionista'", aveva affermato la vittima, 64 anni, in un video postato a novembre. "Piuttosto che morire strisciando, meglio morire in piedi".

Il sindacato conferma quanto anticipato dal bisettimanale locale "Il Piccolo". "Rispettiamo le convinzioni di ciascuno, anche se a volte si pagano con la vita, ma c'è rammarico che ancora oggi possano esistere posizioni non scientifiche", dice il sindacato. La vittima si chiama Anna Caruso.

Covid, scatta l'obbligo di mascherine in centro a Milano: multe fino a 3mila euro

1 di 37
2 di 37
3 di 37
4 di 37
5 di 37
6 di 37
7 di 37
8 di 37
9 di 37
10 di 37
11 di 37
12 di 37
13 di 37
14 di 37
15 di 37
16 di 37
17 di 37
18 di 37
19 di 37
20 di 37
21 di 37
22 di 37
23 di 37
24 di 37
25 di 37
26 di 37
27 di 37
28 di 37
29 di 37
30 di 37
31 di 37
32 di 37
33 di 37
34 di 37
35 di 37
36 di 37
37 di 37
Nel centro di Milano scatta l'obbligo di indossare le mascherine all'aperto. L'ordinanza del sindaco, Giuseppe Sala, è valida da sabato 27 novembre a venerdì 31 dicembre. Per chi non rispetterà l'obbligo scatterà una sanzione amministrativa pecuniaria da 400 euro a 3mila euro. Le vie comprese nel provvedimento sono le centralissime piazza Castello, largo Cairoli, via Dante, piazza Cordusio, via Orefici, via e piazza Mercanti, piazza del Duomo, Galleria e corso Vittorio Emanuele II e piazza San Babila. Ordinanze simili sono state firmate anche in altre città italiane, tra cui Brescia, Bergamo, Aosta, Bologna e Firenze.

Espandi